Quali tessuti sono stati utilizzati nel elisabettiana?

L'epoca elisabettiana è stato un momento di prosperità in Inghilterra, con l'indulgenza nelle arti, musica e moda. L'epoca elisabettiana esteso durante il regno della regina Elisabetta I d'Inghilterra, dal 1558 al 1603. In Inghilterra, suntuarie leggi governato come le persone di diverse classi vestiti da stile, tessuto e colore. Anche se i ricchi sono stati autorizzati a vestire in tessuti di lusso, le loro regole di abbigliamento è sceso sotto queste leggi, e sono state imposte sanzioni severe quando le regole non sono state seguite.

I benestanti

I ricchi durante l'epoca elisabettiana erano facilmente riconoscibili per i loro vestiti in stile e tessuto. Seta che era di struttura pesante è stato il tessuto pilastro per gli uomini e le donne ricche, ed è stato importato dal Medio Oriente. Velvet importati da Italia composta da abiti, cappotti e pantaloni per gli uomini. Vestiti dei ricchi sono stati tagliati con pelliccia, raso e pizzo. Le donne indossavano abiti di taffetà, broccati, damaschi e raso. Gli uomini e le donne della nobiltà erano a conoscenza di una serie di costosi tinte di stoffa, e luminose scarlatto era un favorito del giorno.

i più poveri

Lana è stato il tessuto di base della classe operaia e poveri durante il periodo elisabettiano. Lana varia in tessitura da fine a grossolana pesante tesse. Tutti i capi di abbigliamento sono stati costruiti in lana, di cotone o di pecora - comprese camicie, cappotti, cappelli, tuniche e pantaloni. Anche le calze erano fatti di lana, mantenendo il caldo classe operaia durante ondate di freddo. I colori sono stati ordinati per classe, permettendo ai poveri di indossare questi colori come marrone, nero, giallo e verde. Lana è stato anche mescolato con altri tessuti per creare una varietà di consistenza e peso. Le persone di basso ceto è stato permesso di tagliare i loro vestiti con la seta, taffettà e velluto, dovrebbero essere in grado di pagarli.

Rivestimenti e accessori

Seta e raso abiti della classe benestante durante il periodo elisabettiano erano allineati e interlined in fine fazzoletto di lino-peso, mentre la gente della classe operaia hanno usato una grossa e pesante trama del tessuto. Un grado robusta di raso e taffettà era anche popolare per il rivestimento, sbuffando maniche e dare corpo alle gonne delle donne. velluti colorati costituiti da colli, polsini e bottoni. Guanti e scarpe sono stati costruiti di finissima pelle morbida, spesso foderato in raso e velluto. Le donne indossavano scarpe e stivali rivestiti in velluto, seta, pelliccia e pizzo - con gioielli aggiunti e ricamo.

Indumenti intimi

La maggior parte degli indumenti intimi, tra turni e camicie, erano fatte di tela - che varia in termini di qualità tra ricchi e poveri. La gente ricchi indossavano una multa, di lino liscio mentre la povera gente vestita in una versione più grossa e più pesante del tessuto. persone più povere utilizzati anche cotone per indumenti intimi. Superiore e della classe media le donne indossavano calze di cotone semplici che arrivano fino al ginocchio e tenuto il passo con le cinture di cotone giarrettiera. Un tessuto di cotone e misto lino è stato utilizzato per le spalle pad e trambusti di abiti.


articoli Correlati